martedì 19 novembre 2013

Regali di Natale... Working in progress!






















Natale si avvicina, l'idea regalo dei piatti con i disegni dei bimbi ha avuto successo e mi sono arrivati molti disegni per mail! Sono davvero contenta e mi sto divertendo molto a reinterpretarli. Cerco di rimanere il più possibile fedele al disegno principale, mentre per quanto riguarda i colori, la disposizione e altri piccoli elementi decorativi seguo il mio stile. E' sempre importante dare un'impronta ai propri lavori, bisogna renderli subito riconoscibili... è bello quando qualcuno vede un tuo lavoro e dice: "questo è stato sicuramente realizzato della Tana Creativa!". Spero di riuscire nel mio intento!






















I piatti li realizzo interamente a mano, con la tecnica della lastra, per dare volutamente un aspetto irregolare, rustico e infantile... proprio come i disegni dei bambini!
Solitamente utilizzo terraglia bianca, ma non disdegno nemmeno quella rossa! Una volta realizzato il piatto, procedo con il disegno sul pezzo ancora "crudo" e lo decoro con gli ingobbi, ovvero terre liquide colorate. Il pezzo, una volta seccato, viene cotto a 980°... di solito inforno la sera e sono pronti verso l'ora di pranzo del giorno dopo! L'ultimo passaggio consiste nello spruzzare con l'aerografo (o con la tecnica ad immersione) della cristallina che, una volta cotta (ebbene sì ci vogliono 2 cotture!), renderà il pezzo lucido ed impermeabile. Tutti i materiali utilizzati sono privi di piombo e sono adatti per uso stoviglie, ciononostante consiglio di prestare attenzione nel lavarli!


































Sono molto carini anche come contenitori svuota tasche o come decorazione per le pareti (da appendere con appositi ganci per piatti!)... a voi la scelta!
Come avrete capito, per la loro realizzazione ci va tempo, le richieste mi devono arrivare almeno con una decina di giorni di anticipo... più i tempi di spedizione!
Vorrei approfittare dell'occasione per ringraziare Stefania di Iaia Bijoux, una delle mamme che mi ha ordinato un piatto e bravissima creatrice di gioielli (date un'occhiata al suo shop su etsy), per avermi dedicato un bellissimo post sul suo blog: Un Natale all'insegna del " fatto a mano "!























Quindi se cercate un regalo carino ed originale da fare alla nonna, alla zia, al vostro bimbo o avete conservato dei disegni di quando eravate piccoli e vorreste avere un servizio piatti originale o dedicarlo ad una persona speciale... contattatemi!



venerdì 11 ottobre 2013

Novità nel mio shop Etsy

Vi posto velocemente alcuni nuovi articoli che sto realizzando, magari potrebbero interessarvi per fare un regalo di Natale! :-)

Collanine in terracotta di vari colori e lunghezze.






































Inoltre sto realizzando dei piatti rustici in terracotta bianca, interamente modellati e decorati a mano, ispirandomi ai disegni della mia infanzia per la decorazione... l'idea è di realizzarne anche su commissione per mamme, zie e nonni che desiderano riprodurre i disegni dei loro bimbi sui piatti! Ma potrebbe essere anche un disegno della vostra infanzia, per stupire i vostri amici servendo loro dei biscotti su un piatto dal design unico e ideato da voi... tanti anni fa!! :-)




























Adesso torno a lavorare!! I pennelli mi aspettano :-)










martedì 17 settembre 2013

Attività estive...

Rieccomi dopo mesi di assenza dal blog! Ebbene sì, ancora una volta, l'incostanza ha preso il sopravvento e non è un segreto che è il mio peggior difetto... a mia discolpa posso dire che il caldo di agosto istiga alla fiacca, soprattutto se rimani a casa mentre tutti sono in vacanza, ed è per questo che il blog si è arenato! (Vero che me l'avete fatta passare liscia con questa scusa?!). Fortunatamente è rimasto qualche arzillo neurone che è riuscito a raggiungere le alte e fresche quote di La Thuile e La Salle e ha lavorato, di buona lena, per fare divertire i bambini con qualche attività creativa! 
Nei mesi di luglio e agosto infatti, ho accumulato una vagonata di lavoretti che non riuscirò a pubblicare... quindi vi lascio almeno alcune foto per farmi perdonare.

Vasi in argilla rossa con la tecnica "a pressione"


















Tecnica incisione e stampa utilizzando gomma crepla, rullo e tempera:




























Attività su Monet: i bimbi hanno dipinto il suo giardino di Giverny e infine hanno incollato una ninfea in cartoncino sullo stagno.














Abbiamo anche intrecciato i cartoncini: i bimbi più grandi hanno realizzato un cestino, mentre i più piccoli hanno creato una piccola opera d'arte




























Abbiamo realizzato bellissimi fiori, acchiappasogni tondi e rettangolari con la tecnica del telaio:

























































Da oggi cercherò di essere più diligente nell'aggiornare il blog, anche perché ormai non posso più avvalermi della scusa del caldo. Quindi, restate sintonizzati... ho tanti nuovi progetti di cui raccontarvi!

domenica 21 luglio 2013

Targhette in argilla

Targhette realizzate alla Valcolor (Sarre)























Le attività estive per i bambini sono cominciate, come primo laboratorio ho proposto ai piccoli artigiani di realizzare una targhetta in argilla con il loro nome. Inutile dirvi quanto entusiasmo visto che i bimbi adorano manipolare l'argilla. Ognuno di loro l'ha personalizzata in totale libertà: c'è chi ha incollato sagome di vari animali, chi l'ha riempita di cuoricini e chi ha preferito forme astratte... e sono venute tutte bellissime! Riuscite ad immaginarle colorate e appese in cameretta?! Sicuramente un successone! :-)

Targhette realizzate in biblioteca a La Thuile

lunedì 17 giugno 2013

Collina fiorita con pecora
















Mancano ormai pochissimi giorni all'arrivo ufficiale dell'estate, che dire? La gente è entusiasta! Probabilmente solo a me questa stagione non entusiasma... Per carità amo l'estate, ma non sopporto il caldo e allo stesso tempo odio l'aria condizionata! Insomma sono un concentrato di incoerenza! Nei luoghi pubblici poi, il rischio di ibernazione è sempre dietro l'angolo con condizionatori che simulano gelidi venti siberiani... una volta usciti dai locali, scampando all'assideramento, ci si ritrova invece nel caldo equatoriale di Mogadiscio e la minaccia di una broncopolmonite acuta incombe sulla nostra testa come una spada di Damocle. E poi vogliamo parlare delle zanzare?! Vi dico solo che il caldo afoso è arrivato da neanche una settimana e loro stanno già brindando allegramente con il mio sangue, a quanto pare deve essere davvero di loro gusto! Come faccio, in queste condizioni, ad apprezzare appieno questa stagione?!
Insomma l'estate non è ancora arrivata ed io sogno solo fresche e verdi colline in fiore... Da qui l'idea di questa pecorella adagiata sulla sommità di una collina circondata da fiorellini (e senza zanzare)! E' stata realizzata con argilla bianca molto porosa, decorata con engobbi e giusto una colata casuale di smalto bianco sui ricciolini della pecorella.
Buon inizio estate a tutti! :-)

lunedì 3 giugno 2013

Il tagliere incompiuto













Dopo una primavera disastrosa, anzi oserei dire che quest'anno non si è proprio vista dato che ha nevicato fino a lunedì scorso, il bel tempo sembra essere arrivato... giuro che l'ho detto piano piano e facendo tanti scongiuri... Quindi, se le previsioni non ingannano, possiamo iniziare a mettere via il guardaroba invernale e braccia, gambe e ombelichi possono finalmente ostentare e palesare tutta la loro smania di protagonismo. Ma la cosa più importante è che finalmente si potrà fare qualche buona bucunà all'aperto! Forse (e dico forse!) è la volta buona che dopo 6 mesi riesca a finire il mio primo ed unico tagliere, altrimenti pan, salàm e fromadjo dove ve li taglio?! Ma non fateci troppo affidamento, la mia costanza è come il tempo a cui ci siamo abituati ultimamente: sempre incerta! 
Questo lavoretto lo avevo iniziato a dicembre, mi ero iscritta ad un corso di scultura su legno e per imparare a maneggiare gli attrezzi avevamo iniziato con l'intaglio! Non mi ha mai fatto impazzire l'intaglio su legno, ma devo ammettere che dopo averlo provato ho cambiato idea: è molto terapeutico e rilassante. Quindi oggi munita di sgorbie, mazzuolo e chiodini vari, e se la mia costanza mi assiste, mi dedicherò a terminare "il tagliere incompiuto"!

venerdì 17 maggio 2013

Modifiche al blog

Con la dovuta calma, paragonabile alla vitalità di un bradipo, sto scoprendo cosa posso fare per migliorare il mio blog. Ho appena cambiato le icone e la posizione dei social media (Facebook, Pinterest e Google+) e ho rinnovato la sezione denominata "I miei lavori". Finalmente ho capito come fare comparire tutti i post riguardanti le mie creazioni in questa pagina e non solo nella home-page! Mi è toccato entrare nel misterioso mondo del linguaggio HTML e dei fogli di stile CSS perché purtroppo non tutto è modificabile, almeno come vorrei io, attraverso il semplice utilizzo del layout. A parte la scoperta di nuovi termini informatici e a cosa, in teoria, dovrebbero servire... un disastro! Certo che quando riesco a combinare qualcosa la soddisfazione è davvero tanta, una piccola conferma che i miei neuroni non mi hanno ancora del tutto abbandonata! Siccome ho cancellato i contenuti della sezione "i miei lavori" per fare le nuove modifiche, ripubblico in questo post alcuni dei lavori che avrete già visto nella vecchia versione del blog. Ora ritorno a trafficare con i CSS! Alla prossima :-)










martedì 14 maggio 2013

Mercatino a Issogne
















Domenica 12 maggio, in occasione della festa della mamma, si è svolto un mercatino dei fiori e dell'artigianato a Issogne (AO). E' il primo mercatino a cui ho partecipato e devo dire che non poteva andare meglio: una bella giornata di sole, tanta gente e ho pure venduto qualcosina! :-)
Cosa ho portato?! Dei lavori realizzati con l'argilla bianca e spesso abbinati a pezzi in legno (vecchio e non!). Ho creato delle allegre casettine in festa, delle simpatiche targhette da mettere nei vasi, pecorelle circondate da fiori, un polipo, un elefante con un topolino come amico, un uccellino su una radice, una mongolfiera e quadretti vari. Siccome non avevo tantissimi pezzi, ho "ospitato" nel mio banchetto i lavori di découpage della mia amica Elisa (eseguiti in maniera impeccabile!) e le originalissime bamboline di Doudou Gourmant!
La giornata è stata speciale perché non è neppure mancata la "carrambata": la mia vicina di banco, direttamente da Torino, era Fiona... CARRAMBA! CHE SORPRESA :-) Fiona è stata una mia compagna universitaria al DAMS di Torino, ricordo ancora di averla conosciuta al mio secondo esame: storia del teatro inglese!
Insomma, il mio primo mercatino, è stato davvero piacevole e speriamo che sia il primo di una lunga serie!
 

venerdì 3 maggio 2013

puntinismo!





 









 
 
 
 
 
E dopo tante attività creative, non potevo non realizzarne una molto amata dai bambini: il puntinismo!
Per chi non lo sapesse il puntinismo è un movimento pittorico nato in Francia alla fine del XIX secolo, infatti è conosciuto anche con il termine francese pointillisme. Georges Seurat, uno dei maggiori esponenti di questo movimento insieme a Paul Signac, invece preferiva chiamarlo divisionismo. Ma parliamo un po' della tecnica che caratterizza il puntinismo... essa consiste nel fare tanti piccoli puntini, per rappresentare paesaggi o scene di vita quotidiana, utilizzando solo colori puri. I colori quindi non vengono mescolati sulla tela, ma accostati uno accanto all'altro in modo che la miscelazione degli stessi avvenga nell'occhio dell'osservatore! In questo modo i colori mantengono la loro brillantezza, anzi vengono addirittura esaltati.
Tra i quadri puntinisti mi ha sempre colpito "Il circo", ultima opera incompiuta di Seurat. Osservatelo bene, accostando solamente i colori primari (rosso, giallo e blu) ha realizzato l'intera tela... io lo trovo davvero straordinario e i colori sono così luminosi!

Georges Seurat - Il circo (1891)
 

Come avrete capito si tratta di una tecnica che richiede molta pazienza e precisione. Siccome avevamo solo 2 ore a disposizione per questa attività, ho fatto realizzare un quadretto puntinista utilizzando della cartavetro! Come? I bambini hanno disegnato sulla cartavetro con dei pastelli e la sottoscritta ha stirato (ebbene sì, con il ferro da stiro!) le opere dei bimbi su una tela! Una volta raffreddata la tela, qualche ritocco con i pastelli e il gioco è fatto!
 
Le opere dei piccoli artisti:

mercoledì 17 aprile 2013

La notte stellata a La Thuile















Le attività creative rivolte ai bambini, organizzate dalla biblioteca di La Thuile, sono terminate... ma chissà... forse ci rivedremo fra qualche mese! ;-)
 
Vi posto le foto dell'ultima attività che abbiamo svolto: i bambini si sono ispirati a "la notte stellata" di Van Gogh per realizzarne una loro versione molto personale.  Che dire... Sono stati bravissimi!


 

sabato 13 aprile 2013

Cestini di carta

La primavera è arrivata ed io, in questi giorni, ho iniziato a preparare l'orto. Siccome sono una giardiniera in erba, in questi mesi invernali, ho pensato bene di coltivare la mia conoscenza sull'argomento con approfondite letture di orticoltura. Ho fatto una scoperta davvero interessante: sapete che anche le verdure, come le persone, hanno le loro simpatie e antipatie?! Quindi devi seminarle in determinati spazi in base alle compatibilità! Insomma per fare un orto non basta essere contadini, devi essere anche un attento consulente matrimoniale per zucchine e pomodori. Ma ve li immaginate i vegetali come dei disperati single alla ricerca di un partner che li protegga da parassiti, che non li opprima con la loro presenza e che non cerchi di rubargli la merendina nutritiva...?! Insomma neanche le povere verdure sono immuni dalle complicate relazioni sociali! Tanto per intenderci ho scoperto che il pomodoro va a braccetto con gli asparagi, mentre lo stesso ha una tale antipatia per la gramigna che lo si può addirittura utilizzare per sopprimerla...  in attesa di far quadrare questo alchemico gioco delle coppie, ho iniziato a trapiantare in un angolo le fragole. A meno che non vi provochino orticaria, con le fragole andate sempre sul sicuro: cure minime e massima resa in termini di frutti! Ricordo che da bambina, dopo cena, correvo fuori nell'orto a raccogliere le fragole per tutti... chiaramente,  quale sbadata che sono, non prendevo mai il cestino e finivo per raccoglierle tutte nelle maglietta che fungeva da sacchetto! Quindi, memore della mia infanzia, ho pensato bene di fare realizzare ai bambini dei cestini con i cartoncini colorati! Come avrete intuito, e visto che ora le magliette me le lavo da sola, io li userò per raccogliere le fragole. Lo so che manca ancora molto al raccolto, ma come si suol dire: chi ha tempo, non aspetti tempo!




lunedì 1 aprile 2013

Lavori di Pasqua



Le mangiate di questi giorni hanno sottratto energia al mio corpo ed anche i miei neuroni stanno patendo la digestione lenta e difficile, dato che solo ora si sono messi in movimento per pubblicare un mini-post pasquale!
In ogni caso a pancia piena si ragiona meglio e ho potuto smaltire con buonsenso la delusione di non aver ricevuto neanche un uovo di Pasqua quest'anno! :-(
Non che mi aspettassi di ricevere un coniglietto che mangia carote e produce uova al cioccolato o una tavoletta di fondente con il biglietto d'oro di Willy Wonka per visitare la famosa "fabbrica di cioccolato"... però... un piccolo ovetto, anche vuoto... vorrà dire che per il prossimo anno "La Tana Creativa" organizzerà un gemellaggio con gli "Umpa-Lumpa", in cui loro impareranno a realizzare un coniglietto in gomma crepla ed io potrò andare a tuffarmi nelle loro cascate di cioccolato e cogliere dolcetti zuccherini dai loro prati! (Lo so, ho avuto un'idea geniale!). Le iscrizioni sono aperte. Qualcuno vuole unirsi?!  
Per Pasqua i bambini di La Thuile hanno creato una corona da appendere alla porta utilizzando: nastri, coniglietti in feltro, uova di polistirolo, pannolenci per fiori e ciuffi d'erba e cartoncini colorati per le bandierine con la scritta: "Buona Pasqua" (foto in alto). 
Mentre i bambini che frequentano i corsi alla Valcolor hanno dipinto con acrilici un quadretto ovale e utilizzato dei cotton fioc per realizzare la pecorella (in basso uno dei quadretti - Giorgia 8 anni).











martedì 19 marzo 2013

Festa del papà



Oggi è il 19 marzo: URCA è la festa del papà! Nonostante non sia la data a ricordarmi quanto il mio papà sia speciale, oggi vorrei cogliere l'occasione per provare a ringraziarlo.
Beh cosa raccontarvi del mio adorato papà? Fisicamente c'è chi giura che sono la sua fotocopia: nasone, stesse labbra, viso tondo e il capello ondulato incluse tutte le "rose" contro cui lotto ogni giorno... per fortuna mi ha risparmiato la barba e il giro vita non è ancora arrivato ai suoi livelli, anche se mi difendo bene! Ma come dice ottimisticamente lui: è solo gonfiore! La manualità non l'ho di certo presa da lui, sotto questo aspetto mio padre dovrebbe essersi fermato all'era dell'australopithecus... evolversi nell'homo habilis è un passaggio troppo difficile. Che poi... non è che non ci provi, ma ogni volta che tenta di fare qualche lavoro manuale irrimediabilmente ne esce ferito! Invece per quanto riguarda la creatività, le idee, la fantasia e la cultura... beh è un vero pozzo!
La sua mente è curiosa, è aperta a nuove visioni della vita e non giudica a priori, ma osserva, comprende e poi eventualmente accetta o rifiuta. Lui è un buono, ha davvero tanta fiducia nel prossimo. Mi ha insegnato quindi ad essere flessibile e considerare le situazioni da maggiori angolature, cercare l'obiettività... anche se non sempre è facile!
Quando sono arrabbiata, delusa, triste mio padre cerca sempre di farmi ragionare attraverso il dialogo e il confronto. Ci sono due frasi che mi sono sentita ripetere in tutte le salse e che mi sono rimaste particolarmente impresse: "Chantal, il tempo è galantuomo vedrai" e con il tempo ho capito che ha davvero ragione! L'altra frase invece suona più o meno così: "la vita va presa con filosofia: se un problema si può risolvere si risolve, altrimenti è inutile preoccuparsi perché comunque vada non se ne esce vivi". No, mio padre non è il Dalai Lama... però devo dire che queste parole mi sono state di grande conforto in alcuni periodi della mia vita. 
Insomma quest'uomo che ogni Natale puntualmente piange guardando il "Piccolo Lord", che ama immensamente gli animali, che non giudica mai severamente nessuno, che ha sempre la sensibilità giusta per dirti le cose e soprattutto che è sempre pronto a ridere, scherzare e fare festa (!!!)... come non amarlo?! Concludendo: AUGURI PAPA'! Ti voglio bene e grazie, non solo per i momenti felici, ma anche per i tuoi insegnamenti e per tutte le volte che mi tendi la mano nei momenti difficili.

Parliamo invece del lavoretto che i bambini hanno preparato questa settimana per il loro papà: un biglietto di auguri a forma di camicia con cravatta. All'interno del biglietto abbiamo realizzato una taschina dentro la quale i papà avranno trovato un portachiavi in gomma crepla a forma di musicassetta! Una vera sconosciuta per le nuove generazioni... Insomma un sorprendente regalino vintage! :-)



mercoledì 27 febbraio 2013

Gabbietta con uccellino


















Mi sono sempre piaciute le gabbiette per uccellini, sono così tenere e decorative! Così ho pensato: perché non realizzarne una insieme ai bambini? Magari con i cartoncini colorati e un simpatico uccellino all'interno? Ma i miei neuroni non hanno voluto saperne di produrre qualche idea creativa! Nonostante Wikipedia mi garantisca la presenza di miliardi di neuroni nel cervello, pare che questi numerosi abitanti che ho in testa non siano riusciti ad accordarsi per la riunione di condominio... tra quelli che sono in vacanza (da una vita!), quelli ancora in convalescenza dall'influenza e quelli che sono usciti a comprare le sigarette e... non si sono più visti!! Così ho iniziato a cercare qualche idea in rete da "rubare" e ho trovato questo bellissimo tutorial: 
http://www.thebridescafe.com/?postID=663&diy-bird-cage-lanterns
Andate a visitare la pagina!! 
Belle eh?! Sono così carine che neanche i miei neuroni più brillanti avrebbero saputo fare di meglio! Accidenti... dopo questa offensiva dichiarazione devo aggiungere alla lista dei disertori anche la categoria "brillanti neuroni in fuga" verso altri cervelli!!
I bambini, invece di un desolato condominio, hanno un vero proprio mondo in quelle testoline: sono riusciti a  personalizzare le loro gabbiette e hanno aggiunto delle bellissime piume ai loro uccellini! Il risultato è davvero strepitoso! Bravi, bravi e bravissimi!

MATERIALI:
Cartoncini colorati
Piume colorate

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
27 febbraio 2013

LE OPERE DEI PICCOLI ARTISTI:


mercoledì 20 febbraio 2013

Animali in argilla


















Sono tornata! Oggi sarò ancora più breve del solito. Purtroppo alcuni odiosi germi mi avevano presa in ostaggio, ma sono riuscita a liberarmene pagando un duro riscatto... ovvero tracannando beveroni di Tachifludec! Ma ciò che conta è che mi sono liberata dall'influenza e ho fatto in tempo ad abbozzare il lavoretto per oggi pomeriggio. Il tema del giorno è: "animali in argilla" e ho scelto il polipo! Lo realizzeremo con la tecnica del colombino, vale a dire realizzando dei "salamini" di creta facendo rotolare la terra con le mani su un piano di lavoro. E' una delle tecniche di lavorazione della terra più antiche e, a mio parere, molto appagante perché permette di produrre subito un'infinità di oggetti senza avere altri strumenti all'infuori dell'argilla e delle proprie mani! Sono sicura che i bambini lo troveranno un progetto divertente!

MATERIALI:
argilla
spatoline
spugne

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
20 febbraio 2013

LE OPERE DEI PICCOLI ARTISTI:





martedì 5 febbraio 2013

San Valentino


















E anche quest'anno arriva San Valentino. Personalmente, anche se sono felicemente in coppia, non lo festeggio e non l'ho mai festeggiato. Per questo motivo molte persone pensano che io sia il "Grinch del San Valentino" e il colorito verdognolo e la peluria a noce di cocco che sfoggio nel periodo invernale non mi aiutano a smentirli! Forse riuscirò a migliorare un pochino la mia reputazione con il progetto che proporrò ai bimbi per la festa degli innamorati: una tovaglietta per la colazione abbinata ad un astuccio a forma di cuore per contenerla.
E il regalo da donare a chi vogliamo bene è pronto... Lo so che mi state immaginando, nei panni del Grinch, contenta di aver fregato il signor Perugina! E non avete tutti i torti... Nonostante la mia allergia per questa festa ne è uscito un dolcissimo regalo (sicuramente meno calorico) e che manderà, ovviamente in senso figurativo, in fibrillazione il cuore di chi lo riceverà!

P.S. Se per caso nel vostro tubetto ci sono baci senza nocciolina, vuol dire che i bimbi hanno avanzato del tempo per realizzare anche il mio diabolico progetto di riserva!! :-D

MATERIALI:
tovaglietta in cotone
colori per stoffa
gomma crepla

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
6 febbraio 2013

venerdì 1 febbraio 2013

Quest'anno mi sono decisa a riprendere in mano l'argilla per realizzare qualche lavoretto. Chissà che non riesca finalmente a partecipare a qualche mercatino! Al momento dispongo solo del forno quindi tutto ciò che vedrete su questa pagina è realizzato interamente a mano (senza l'utilizzo di tornio, trafile e sfogliatrici). Chiaramente, vista la mia passione per gli ovini, le mie prime creazioni non potevano non essere delle pecore!




 
 
 
 

lunedì 21 gennaio 2013

Autoritratti - collage di cartone




La storia dell'arte vanta numerosi autoritratti, delle vere e proprie biografie iconiche, che ci raccontano emozioni e pensieri di pittori che hanno rappresentato se stessi come ritenevano che gli altri li vedessero e come essi si percepivano.

Per questo laboratorio farò scegliere ai bambini un autoritratto, dal quale dovranno cogliere gli indizi, e riprodurre l'artista e la sua personalità attraverso un collage di cartone.
In questo caso, l'autoritratto scelto come esempio è di Frida Kahlo: "Autoritratto con collana di spine e colibrì"  del 1940. Come vedete, nel collage a destra, sono stati riportati tutti gli elementi principali del quadro: scimmietta, colibrì, gatto nero, natura lussureggiante, collana di spine, farfalle sui capelli e (ahimè!) monociglio e baffetti... Non manca proprio nulla direi! :-)
Speriamo che, questa dubbia riproduzione, non desti l'ira funesta di Frida perché se domani dovessi svegliarmi con un'acuta forma di irsutismo sopraccigliare e "baffico" non sarei proprio attrezzata per gestirla!  Fintanto che i peli superflui non appaiono sul mio viso, provvedo a cercare una nuova foto con cui celebrarmi su facebook e scopro che le domande, a cui l'uomo cerca di rispondere sin dal Rinascimento, sono sempre le stesse: "chi sono io?" e "cosa voglio che gli altri vedano di me?". In questo caso l'abito fa il monaco.

MATERIALI:
cartone di recupero
cartoncino ondulato
pannolenci
fili di lana
bottoni

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
23 gennaio 2013

martedì 15 gennaio 2013

Bracciale in Gomma Crepla.














Ho appena finito di creare il progetto Valcolor per domani. Il mio tavolo da lavoro, più che un tavolo, adesso sembra un campo di battaglia... Una battaglia combattuta a suon di sforbiciate, cucito e veri e propri attacchi (di colla!) ovviamente in nome della creatività! Ma ora lasciamoci alle spalle la trincea per tornare a parlare del lavoretto. Sapete cos'è la gomma crepla, conosciuta anche come moosgummi? E' una gomma che si presenta sotto forma di fogli A4 e si può tagliare, cucire, lavare, colorare, incollare e anche scaldare! Ormai ne esistono di tanti colori e fantasie, addirittura ne potete trovare anche di adesive.
Stavolta utilizzeremo la GOMMA CREPLA per realizzare un bracciale che ci donerà il potere della creatività (dunque la battaglia non è stata inutile!). Ebbene sì, mi sono ispirata ai bracciali Power Balance! Dicono che questi Power Balance abbiano il potere di donarci equilibrio, recupero fisico e senso del benessere... Beh che sia solo un effetto placebo o meno lascio a voi deciderlo, ma sempre di gomma si tratta e se non altro i nostri bracciali creativi sono molto più belli e colorati!! :-)

MATERIALI:
Gomma crepla
fili di lana
bottoni

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
16 gennaio 2013

LE OPERE DEI PICCOLI ARTISTI:



mercoledì 9 gennaio 2013

Dreamcatcher - L'acchiappasogni


Come primo progetto dell'anno i bambini della Valcolor hanno realizzato un oggetto molto sacro per i nativi d'America: un COLORATISSIMO ACCHIAPPASOGNI.
Questo strumento è composto da un cerchio, che rappresenta il ciclo della vita e l'universo, e da una rete per "acchiappare" i sogni. Se si tratterà di sogni buoni il Dreamcatcher li affiderà al filo che li farà avverare, se li giudicherà cattivi li consegnerà alle piume di uccello e li farà disperdere nei cieli.
Si dice che gli acchiappasogni, oltre a proteggere i dormienti con sogni piacevoli, portino fortuna e armonia per tutta la vita! Quindi se regalarlo significa augurare, a chi lo riceve, le cose migliori averlo costruito con le nostre manine non potrà che portarci grandi soddisfazioni!! :-)


MATERIALI:
Cartone di recupero
Cartoncini colorati
fili di lana colorati
piume colorate

DOVE:
Valcolor - Sarre (AO)

QUANDO:
9 gennaio 2013