venerdì 17 maggio 2013

Modifiche al blog

Con la dovuta calma, paragonabile alla vitalità di un bradipo, sto scoprendo cosa posso fare per migliorare il mio blog. Ho appena cambiato le icone e la posizione dei social media (Facebook, Pinterest e Google+) e ho rinnovato la sezione denominata "I miei lavori". Finalmente ho capito come fare comparire tutti i post riguardanti le mie creazioni in questa pagina e non solo nella home-page! Mi è toccato entrare nel misterioso mondo del linguaggio HTML e dei fogli di stile CSS perché purtroppo non tutto è modificabile, almeno come vorrei io, attraverso il semplice utilizzo del layout. A parte la scoperta di nuovi termini informatici e a cosa, in teoria, dovrebbero servire... un disastro! Certo che quando riesco a combinare qualcosa la soddisfazione è davvero tanta, una piccola conferma che i miei neuroni non mi hanno ancora del tutto abbandonata! Siccome ho cancellato i contenuti della sezione "i miei lavori" per fare le nuove modifiche, ripubblico in questo post alcuni dei lavori che avrete già visto nella vecchia versione del blog. Ora ritorno a trafficare con i CSS! Alla prossima :-)










martedì 14 maggio 2013

Mercatino a Issogne
















Domenica 12 maggio, in occasione della festa della mamma, si è svolto un mercatino dei fiori e dell'artigianato a Issogne (AO). E' il primo mercatino a cui ho partecipato e devo dire che non poteva andare meglio: una bella giornata di sole, tanta gente e ho pure venduto qualcosina! :-)
Cosa ho portato?! Dei lavori realizzati con l'argilla bianca e spesso abbinati a pezzi in legno (vecchio e non!). Ho creato delle allegre casettine in festa, delle simpatiche targhette da mettere nei vasi, pecorelle circondate da fiori, un polipo, un elefante con un topolino come amico, un uccellino su una radice, una mongolfiera e quadretti vari. Siccome non avevo tantissimi pezzi, ho "ospitato" nel mio banchetto i lavori di découpage della mia amica Elisa (eseguiti in maniera impeccabile!) e le originalissime bamboline di Doudou Gourmant!
La giornata è stata speciale perché non è neppure mancata la "carrambata": la mia vicina di banco, direttamente da Torino, era Fiona... CARRAMBA! CHE SORPRESA :-) Fiona è stata una mia compagna universitaria al DAMS di Torino, ricordo ancora di averla conosciuta al mio secondo esame: storia del teatro inglese!
Insomma, il mio primo mercatino, è stato davvero piacevole e speriamo che sia il primo di una lunga serie!
 

venerdì 3 maggio 2013

puntinismo!





 









 
 
 
 
 
E dopo tante attività creative, non potevo non realizzarne una molto amata dai bambini: il puntinismo!
Per chi non lo sapesse il puntinismo è un movimento pittorico nato in Francia alla fine del XIX secolo, infatti è conosciuto anche con il termine francese pointillisme. Georges Seurat, uno dei maggiori esponenti di questo movimento insieme a Paul Signac, invece preferiva chiamarlo divisionismo. Ma parliamo un po' della tecnica che caratterizza il puntinismo... essa consiste nel fare tanti piccoli puntini, per rappresentare paesaggi o scene di vita quotidiana, utilizzando solo colori puri. I colori quindi non vengono mescolati sulla tela, ma accostati uno accanto all'altro in modo che la miscelazione degli stessi avvenga nell'occhio dell'osservatore! In questo modo i colori mantengono la loro brillantezza, anzi vengono addirittura esaltati.
Tra i quadri puntinisti mi ha sempre colpito "Il circo", ultima opera incompiuta di Seurat. Osservatelo bene, accostando solamente i colori primari (rosso, giallo e blu) ha realizzato l'intera tela... io lo trovo davvero straordinario e i colori sono così luminosi!

Georges Seurat - Il circo (1891)
 

Come avrete capito si tratta di una tecnica che richiede molta pazienza e precisione. Siccome avevamo solo 2 ore a disposizione per questa attività, ho fatto realizzare un quadretto puntinista utilizzando della cartavetro! Come? I bambini hanno disegnato sulla cartavetro con dei pastelli e la sottoscritta ha stirato (ebbene sì, con il ferro da stiro!) le opere dei bimbi su una tela! Una volta raffreddata la tela, qualche ritocco con i pastelli e il gioco è fatto!
 
Le opere dei piccoli artisti: